Molti di quelli che sviluppano siti web conoscono Elegant Themes. Per chi non lo sapesse è una società che sviluppa temi e plugin per WordPress.  Alcuni sviluppatori di siti apprezzano i loro prodotti, altri no. Capisco entrambe le fazioni ma è evidente che se uso i loro prodotti condivido molto di più le ragioni di chi li apprezza. Ad alcuni li ho fatti scoprire io.

Il loro business model si può riassumere così: paghi un abbonamento annuale e ricevi aggiornamenti (consigli, trucchi, supporto) dal loro team. Puoi anche scaricare ed usare tutti i loro temi e plugin. La loro offerta comprende la possibiltà di avere un abbonamento di durata illimitata.
La maggior parte dei loro concorrenti vende i temi. Uno alla volta. A volte (spesso) chiedendo un pagamento per ogni singolo uso.  Già questo me li rende simpatici.

Ho sempre tenuto l’abbonamento annuale. Qualche giorno fa scadeva e avevo deciso di convertirlo in quello a durata illimitata.  Negli ultimi anni avevo già pagato in rinnovi più del suo costo; inoltre non volevo più ritrovarmi ogni anno a dovermene preoccupare.
Purtroppo mi sono mosso un po’ tardi e la pagina del sito per il pagamento non ha funzionato. Problema loro? Problema della mia connessione? Non lo so. Ci ho riprovato il giorno dopo. La pagina funzionava ma permetteva solo il rinnovo annuale. Il giorno successivo era l’ultimo dell’abbonamento in corso; non funzionando l’upgrade ho scritto a loro. Prima di ricevere la loro risposta ho proseguito con il solito rinnovo, pensando che mi sarei mosso con maggior anticipo l’anno successivo.  Mi hanno risposto fornendomi la soluzione per effettuare l’upgrade del mio abbonamento. Li ho ringraziati dicendo che avevo già provveduto e quindi mi sarei posto il problema tra un anno, pensandoci un po’ prima. La successiva mail da parte loro mi ha stupito: mi avevano restituito il pagamento e creato una nuova password in modo che io potessi accedere ancora al sito e fare il tipo di rinnovo che volevo.

Per loro non deve essere stato un grosso sforzo: avranno attivato una password temporanea per il mio account e riaccreditato il versamento, sapendo che avrei provveduto a pagare una cifra superiore.  O forse no? Io gli avevo già anticipato che tra un anno avrei fatto l’abbonamento a durata illimitata e loro avevano già incassato la quota annuale. Nulla garantiva loro che effettivamente avrei rifatto il pagamento.

Perché lo racconto? A parte per la mia passione nei confronti degli aneddoti inutili? Semplicemente trovo che abbiano una buona cura del cliente, e questo è il significato di customer care.

Per chi avesse dei dubbi: sì, questo sito è fatto con un loro tema, sicuramente il più famoso; no, non mi pagano per fargli pubblicità. Non molto tempo fa avevo scritto anche di BikeMi: al di là del fatto che mi piace ringraziare chi mi offre qualcosa trovo utile segnare chi se lo merita.

Nota: l’immagine è stato uno dei primi risultati scrivendo customer care nella ricerca di Pexel. L’originale lo si trova qua.

Pin It on Pinterest

Share This